14 Giugno 2024

"TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE"

Parlare dell'attuale scontro tra Grillo e Conte sarebbe inutile se prima non si chiarissero bene le responsabilità di coloro che hanno causato questa pericolosa crisi del nostro sistema di governo, anzi della democrazia. Sotto i nostri occhi si sta consumando l'epilogo di una farsa politica senza precedenti: quella del grillismo con l'appendice del contismo. Uno scontro tra due autocrati (o autarchici ?): il ‘piccolo padre' Grillo ha sempre avuto il potere di ‘nominare e cacciare'; Conte, con il tempo, si è montato la testa al punto da pensare di poter octroyer uno ‘statuto seicentesco'.

La farsa, iniziata dopo l'esito delle elezioni del 2018 – il massiccio voto in favore del 5S non permise, per fortuna, a questo ‘ircocervo' di formare da solo il governo né un governo decente – si è fatta tragedia per il nostro sistema di governo: il PD, duramente sconfitto, venne tentato di fare un accordo con i grillini ma – nonostante fosse fortemente voluto anche dal Capo dello Stato – l'allora potente Renzi lo impedì con ottime ragioni, prima fra tutte quella che il M5S era ed è un coacervo di confusionarismo senza precedenti e, d'altra parte, il M5S aveva ottenuto i suoi voti grazie alla sua campagna anti-sistema cioè anti-renziano, anti-PD, anti-Lega e anti-Berlusconi.

Il rovesciamento di linea politica la fece allora Salvini che, lasciati i suoi alleati FI e FdI, non solo accettò di sottoscrivere un ridicolo ‘contratto di governo' con i 5S ma accettò anche l'altrettanto ridicola estrazione a sorte del presidente del consiglio: dal cilindro di questi maghi uscì il coniglio-Conte.

Sebbene Mattarella avesse ingoiato il coniglio, rischiò addirittura l'impeachment chiesto a gran voce dall'allora ‘robespierrista' Di Maio quando, in base a un'ardita interpretazione delle Costituzione, rifiutò di nominare ministro dell'economia Paolo Savona, sospetto di anti-europeismo; ma, nel 2018, l'errore del Presidente è stato più grave; è stato quello di avere avuto paura della democrazia; un errore ripetuto ancora nel 2019 quando, dopo le elezioni europee, qualcuno cominciò a pensare di rovesciare il tavolo con un accordo PD-5S per evitare che il centro-destra potesse vincere le elezioni politiche e controllare l'elezione del Presidente della Repubblica nel 2022. Un errore che segnala un vizio congenito della sinistra ex-comunista e ex-cattocomunista che si sente moralmente e culturalmente superiore agli altri; che si erge a defensor democratiae; che delegittima gli avversari come pericolosi populisti anti-europeisti (e qui gli ex-comunisti dimenticano di essere stati anti-europeisti e anti-NATO per 40 anni) se non fascisti, e li riduce a bersaglio delle sue truppe cammellate – giudiziario-giustizialiste-mediatiche – per assicurarsi il potere quando non riesce ad ottenerlo per via elettorale.

Un errore che ha aggravato il male cronico del nostro Paese: il trasformismo politico al quale si accompagna inevitabilmente la corruzione che non consiste solo nel prendere soldi. Non c'è ANAC che tenga.

M5S, Conte, il PD, Zingaretti e, infine, Letta sono i campioni di questa concezione della politica come occupazione del potere: a qualsiasi costo. Dal dicembre 2020 a ora, abbiamo assistito a un turbinio di atti pseudo-politici che ha dell'incredibile: a fronte della crisi annunciata del governo PD-5S con a capo Conte – allora elevato dal PD di Zingaretti e Bettini a punto di riferimento se non a leader del campo cosiddetto ‘progressista' – qualcuno molto in alto ha fatto appello ai ‘costruttori responsabili' e si è teorizzata la virtù del trasformismo parlamentare da inverare in nuovi gruppi parlamentari che facessero da vere e proprie foglie di fico per coprire i cosiddetti cani sciolti; quindi, abbiamo visto il buon Conte affannarsi nella ricerca di questi ‘benemeriti', in testa ai quali pare ci fosse la coppia Mastella-Lonardo: purtroppo gli andò male per colpa di Renzi al quale, questa volta, possiamo dare il titolo di ‘benemerito della patria' per aver posto fine a questa scandalosa caccia alla volpe condotta da cavalieri indossanti le più alte uniformi.

A quel punto, anziché le elezioni – che si disse non potessero essere celebrate a causa della pandemia (mentre si sono fatte in tutto il mondo pandemizzato, dalla Francia all'India a Israele) – abbiamo avuto Draghi. Possiamo dunque piangere con un occhio vista la buona reputazione dell'attuale Presidente del consiglio ma non nascondiamo che avremmo preferito le elezioni, quale che ne fosse l'esito.

Sull'onda della benedizione del PD zingarettiano-bettiniano-lettiano, il povero Grillo fu indotto allora a credere che Conte potesse essere il leader rinnovatore del suo movimento e, con la sua autorità di elevato, lo investì di questo arduo compito. Il tapino però era accecato: non capiva bene, o nascondeva a se stesso, con chi avesse a che fare, cioè con un suo comprimario di ‘avanspettacolo', con un ‘fregoli' molto abile.

Pare che Grillo si sia accorto dell'errore di valutazione affidando a Conte la missione di salvare il suo ‘movimento' e ora dice che è privo di ‘visione politica' e di ‘capacità manageriali': ed è lo stesso Conte che, dopo il capitombolo del 2019 che lo portò a capo anche di un governo 5S-PD – questa volta benedetto da Renzi – venne definito come il nuovo ‘Cavour' da un vecchio ‘saggio' della ‘sinistra', che rilascia la patente anche al Papa.

Grillo si sbaglia anche in questo caso perché, se ha ragione quanto alla ‘visione politica' avendola Conte cambiata almeno una volta all'anno, non si può dire che questi sia privo di ‘capacità manageriali': sappiamo che è molto capace, come ‘maneggione' se non come ‘manager'. Comunque, Grillo lo ha mandato a ‘vaffa', sintesi dell'alto pensiero politico dei ‘grillini', finalmente fatto proprio anche da Conte che, a sua volta, ha mandato Grillo nello stesso luogo.

Certo è singolare che, in un movimento per la ‘democrazia diretta', si discuta su quale dei due autocrati (o autarchici?) debba avere l'ultima parola sulla linea politica. L'uno e l'altro mostrano di non avere alcun rispetto per le procedure ‘costituenti': al diavolo l'uno vale uno e la democrazia diretta!

Ora, nonostante il macigno dei sanguinosi insulti, uniti contro i pannicelli caldi della riforma Cartabia – che però tocca in qualche misura il totem bonafediano della prescrizione – i due autocrati (o autarchici ?) hanno raggiunto un accordo su come spartirsi il potere e salvare le poltrone dei vari Di Maio, Fico, Taverna, Bonafede, Crimi, etc., degl'intoccabili da fare ascendere nell'empireo castale a insindacabile giudizio dei sue ‘ras'.

C'è da ridere piangendo nel vedere Grillo affidare i 5S (se non l'Italia) a un leader senza ‘visione politica' e ‘capacità manageriale'. Si sa, ‘Parigi vale bene una messa'!

É lo stesso Grillo a darci l'attesa notizia del pranzo marittimo con Conte, il 15 luglio: «E ora pensiamo al 2050!»

Che vista lunga!

L'intesa è stata facile: sia Grillo che Conte sono dei campioni nel cambiare programma: da qui al 2050 ne vedremo di tutti i colori.

Viene il sospetto che il logo 5S sia divenuto una mera foglia di fico. Conte, infatti, esulta: «Ora ci sono tutte le condizioni per partire e rilanciare il Movimento: piena agibilità politica del Presidente del Movimento, netta distinzione tra ruoli di garanzia e ruoli di azione politica, grande entusiasmo e chiaro sostegno al progetto politico … girerò per tutta l'Italia e non mollerò di un centimetro». Qualche giornale – il cui ‘travaglio' per la sorte dei 5S sarebbe apprezzabile se non fosse furiosamente animato da scandalismo complottista e motivato da una irresistibile brama di potere manettaro – sconsiglia a Conte di fondare un suo partito perché «i partiti personali durano poco e senza Conte vince il centrodestra. Sia il candidato premier di una coalizione PD/M5S». In realtà, per l'eterogenesi dei fini, Conte scipperà deputati, senatori, voti ai grillini (e al PD) e formerà un nuovo partito, espressione di interessi ben noti, che si aggiungerà alla falange di illusionisti di cui è ricca la nostra classe politica.




Fonte: di GIUSEPPE BUTTA'
Link
[]
L'AVVENIRE DEI LAVORATORI
Periodico socialista fondato 1897.
[]
IL PONTE RIVISTA
Rivista di politica economica e cultura
fondata da Calamandrei
[]
BIBLION EDITORE
Biblion Edizioni, storica casa editrice.
[]
CRITICA LIBERALE - NON MOLLARE
"NON MOLLARE"
Quindicinale on line di Critica Liberale,
la voce del liberalismo progressista in Italia.





Nuova Serie
"La Rivoluzione Democratica"
1, MARZO 2017
Associazione Alleanza Giellista
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
Il sito web www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie alcuni dati personali degli utenti che navigano sul sito web.

In accordo con l'impegno e l'attenzione che poniamo ai dati personali e in accordo agli artt. 13 e 14 del EU GDPR, www.rivoluzionedemocratica.it fornisce informazioni su modalità, finalità, ambito di comunicazione e diffusione dei dati personali e diritti degli utenti.

Titolare del trattamento dei dati personali
La Rivoluzione Democratica
Via Circondaria, 56
55045 - Firenze Italia


Email: info @rivoluzionedemocratica.it
Telefono: 3934324237

Tipi di dati acquisiti
www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie dati degli utenti direttamente o tramite terze parti. Le tipologie di dati raccolti sono: dati tecnici di navigazione, dati di utilizzo, email, nome, cognome, numero di telefono, provincia, nazione, cap, città, indirizzo, ragione sociale, stato, cookie e altre varie tipologie di dati. Maggiori dettagli sui dati raccolti vengono forniti nelle sezioni successive di questa stessa informativa.
I dati personali sono forniti deliberatamente dall'utente tramite la compilazione di form, oppure, nel caso di dati di utilizzo, come ad esempio i dati relativi alle statistiche di navigazione, sono raccolti automaticamente navigando sulle pagine di www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati richiesti dai form sono divisi tra obbligatori e facoltativi; su ciascun form saranno indicate distintamente le due tipologie. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati obbligatori, www.rivoluzionedemocratica.it si riserva il diritto di non fornire il servizio. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati facoltativi, il servizio sarà fornito ugualmente da www.rivoluzionedemocratica.it .

www.rivoluzionedemocratica.it utilizza strumenti di statistica per il tracciamento della navigazione degli utenti, l'analisi avviene tramite log. Non utilizza direttamente cookie ma può utilizzare cookie includendo servizi di terzi.

Ciascun utilizzo di cookie viene dettagliato nella Cookie Policy (https://www.rivoluzionedemocratica.it/Informativa-sui-cookies.htm) e successivamente in questa stessa informativa.
L'utente che comunichi, pubblichi, diffonda, condivida o ottenga dati personali di terzi tramite www.rivoluzionedemocratica.it si assume la completa responsabilità degli stessi. L'utente libera il titolare del sito web da qualsiasi responsabilità diretta e verso terzi, garantendo di avere il diritto alla comunicazione, pubblicazione, diffusione degli stessi. www.rivoluzionedemocratica.it non fornisce servizi a minori di 18 anni. In caso di richieste effettuate per minori deve essere il genitore, o chi detiene la patria potestà, a compilare le richieste dati.

Modalità, luoghi e tempi del trattamento dei dati acquisiti
Modalità di trattamento dei dati acquisiti
Il titolare ha progettato un sistema informatico opportuno a garantire misure di sicurezza ritenute adatte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la cancellazione non autorizzata di dati personali. Lo stesso sistema effettua copie giornaliere, ritenute sufficientemente adeguate in base alla importanza dei dati contenuti.

L'utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alle misure di sicurezza adottate dal titolare per proteggere i dati.

Accessi ai dati oltre al titolare
Hanno accesso ai dati personali raccolti da www.rivoluzionedemocratica.it il personale interno (quale ad esempio amministrativo, commerciale, marketing, legale, amministratori di sistema) e/o soggetti esterni (quali ad esempio fornitori di servizi informatici terzi, webfarm, agenzie di comunicazione, fornitori di servizi complementari). Se necessario tali strutture sono nominate dal titolare responsabili del trattamento.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, l'elenco aggiornato dei responsabili del trattamento.

Comunicazione di eventuali accessi indesiderati al Garante della Privacy
Il suddetto sistema informatico è monitorato e controllato giornalmente da tecnici e sistemisti. Ciò non toglie che, anche se ritenuta possibilità remota, ci possa essere un accesso indesiderato. Nel caso in cui questo si verifichi il titolare si impegna, come da GDPR ad effettuarne comunicazione al Garante della Privacy entro i termini previsti dalla legge.

Luoghi di mantenimento dei dati acquisiti
I dati personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.rivoluzionedemocratica.it, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell'utente possono risiedere in Italia, Germania e Olanda, comunque in nazioni della Comunità Europea. I dati personali dell'utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

Tempi di mantenimento dei dati acquisiti
Nel caso di dati acquisiti per fornire un servizio all'utente, (sia per un servizio acquistato che in prova) i dati vengono conservati per 24 mesi successivi al completamento del servizio. Oppure fino a quando non ne venga revocato il consenso.

Nel caso in cui il titolare fosse obbligato a conservare i dati personali in ottemperanza di un obbligo di legge o per ordine di autorità, il titolare può conservare i dati per un tempo maggiore, necessario agli obblighi.

Al termine del periodo di conservazione i dati personali saranno cancellati. Dopo il termine, non sarà più possibile accedere ai propri dati, richiederne la cancellazione e la portabilità.

Base giuridica del trattamento dei dati acquisiti
Il titolare acquisisce dati personali degli utenti nei casi sotto descritti.
Il trattamento si rende necessario:
- se l'utente ha deliberatamente accettato il trattamento per una o più finalità;
- per fornire un preventivo all'utente;
- per fornire un contratto all'utente;
- per fornire un servizio all'utente;
- perché il titolare possa adempiere ad un obbligo di legge;
- perché il titolare possa adempiere ad un compito di interesse pubblico;
- perché il titolare possa adempiere ad un esercizio di pubblici poteri;
- perché il titolare o terzi possano perseguire i propri legittimi interessi.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulla base giuridica di ciascun trattamento.

Finalità del trattamento dei dati acquisiti
I dati dell'utente sono raccolti dal titolare per le seguenti finalità:

- richiesta informazione da parte dell'utente
- richiesta informazione per servizi
- invio di aggiornamenti
- invio informazioni generiche
- richiesta di contatto da parte dei clienti, per ricevere informazioni

Eventualmente i dati possono essere trattati anche per:
contattare l'utente, statistiche, analisi dei comportamenti degli utenti e registrazione sessioni, visualizzazione contenuti e interazione di applicazioni esterne, protezione dallo spam, gestione dei pagamenti, interazione con social network, pubblicità.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulle finalità di ciascun trattamento.

Dettagli specifici sull'acquisizione e uso dei dati personali
Per contattare l'utente
Moduli di contatto
L'utente può compilare il/i moduli di contatto/richiesta informazioni, inserendo i propri dati e acconsentendo al loro uso per rispondere alle richieste di natura indicata nella intestazione del modulo.
Dati personali che potrebbero essere raccolti: CAP, città, cognome, email, indirizzo, nazione, nome, numero di telefono, provincia, ragione sociale.

Per interazione con applicazioni esterne (anche social network)
www.rivoluzionedemocratica.it include nelle sue pagine plugin e/o pulsanti per interagire con i social network e/o applicazioni esterne.
Per quanto riguarda i social network, anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook: Pulsante "Mi piace" e widget sociali
Fornitore del servizio: Meta Platforms Ireland Limited.
Finalità del servizio: interazione con il social network Facebook
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti e in altri Paesi
Privacy Policy (https://www.facebook.com/privacy/policy)

Twitter: Pulsante "Tweet" e widget sociali
Fornitore del servizio: Twitter, Inc.
Finalità del servizio: interazione con il social network Twitter
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://twitter.com/privacy)
Cookie utilizzati (https://help.twitter.com/it/rules-and-policies/twitter-cookies)
Aderente al Privacy Shield

Whatsapp: Pulsante Whatsapp e widget sociali di Whatsapp
Fornitore del servizio: se l'utente risiede nella Regione Europea, WhatsApp Ireland Limited, se l'utente risiede al di fuori della Regione Europea, i Servizi vengono forniti da WhatsApp LLC.
Finalità del servizio: servizi di interazione con Whatsapp.
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Irlanda, le informazioni potrebbero essere trasferite o trasmesse o archiviate e trattate negli Stati Uniti o in altri Paesi terzi al di fuori di quello in cui l'utente risiede.
Privacy Policy (https://www.whatsapp.com/legal/privacy-policy-eea)
Aderente al Privacy Shield

Per statistiche
Questi servizi sono utilizzati dal titolare del trattamento per analizzare il traffico effettuato dagli utenti sul sito web www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Per visualizzare contenuti da siti web esterni
Questi servizi sono utilizzati per visualizzare sulle pagine del sito web contenuti esterni al sito web, con possibilità di interazione.
Anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Diritti dell'interessato
L'utente possiede tutti i diritti previsti dall'art. 12 del EU GDPR, il diritto di controllare, modificare e integrare (rettificare), cancellare i propri dati personali accedendo alla propria area riservata. Una volta cancellati tutti i dati, viene chiuso l'account di accesso all'area riservata.

Nello specifico ha il diritto di:
- sapere se il titolare detiene dati personali relativi all'utente (art. 15 Diritto all'accesso);
- modificare o integrare (rettificare) i dati personali inesatti o incompleti (Art. 16 Diritto di rettifica);
- richiedere la cancellazione di uno o parte dei dati personali mantenuti se sussiste uno dei motivi previsti dal GDPR (Diritto alla Cancellazione, 17);
- limitare il trattamento solo a parte dei dati personali, o revocarne completamente il consenso al trattamento, se sussiste uno dei motivi previsti dal Regolamento (Art. 18 Diritto alla limitazione del trattamento);
- ricevere copia di tutti i dati personali in possesso del titolare, in formato di uso comune organizzato, e leggibili anche da dispositivo automatico (Art. 20, Diritto alla Portabilità);
- opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per finalità di marketing, ad esempio opporsi e ricevere offerte pubblicitarie (art. 21 Diritto di opposizione). Si fa presente agli utenti che possono opporsi al trattamento dei dati utilizzati per scopo pubblicitario, senza fornire alcuna motivazione;
- opporsi al trattamento dei dati in modalità automatica o meno per finalità di profilazione (c.d. Consenso).

Come un utente può esercitare i propri diritti
L'utente può esercitare i propri diritti sopra esposti comunicandone richiesta al titolare del trattamento La Rivoluzione Democratica ai seguenti recapiti: info@rivoluzionedemocratica.it; tel. 3312300680.

La richiesta di esercitare un proprio diritto non ha nessun costo. Il titolare si impegna ad evadere le richieste nel minor tempo possibile, e comunque entro un mese.

L'utente ha il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per la Protezione dei dati Personali. Recapiti: garante@gpdp.it, http://www.gpdp.it (http://www.gpdp.it).

Cookie Policy
Informazioni aggiuntive sul trattamento dei dati
Difesa in giudizio
Nel caso di ricorso al tribunale per abuso da parte dell'utente nell'utilizzo di www.rivoluzionedemocratica.it o dei servizi a esso collegati, il titolare ha la facoltà di rivelare i dati personali dell'utente. È inoltre obbligato a fornire i suddetti dati su richiesta delle autorità pubbliche.

Richiesta di informative specifiche
L'utente ha diritto di richiedere a www.rivoluzionedemocratica.it informative specifiche sui servizi presenti sul sito web e/o la raccolta e l'utilizzo dei dati personali.

Raccolta dati per log di sistema e manutenzione
www.rivoluzionedemocratica.it e/o i servizi di terze parti (se presenti) possono raccogliere i dati personali dell'utente, come ad esempio l'indirizzo IP, sotto forma di log di sistema. La raccolta di questi dati è legata al funzionamento e alla manutenzione del sito web.

Informazioni non contenute in questa policy
L'utente ha diritto di richiedere in ogni momento al titolare del trattamento dei dati le informazioni aggiuntive non presenti in questa Policy riguardanti il trattamento dei dati personali. Il titolare potrà essere contattato tramite gli estremi di contatto.

Supporto per le richieste "Do Not Track"
Le richieste  "Do Not Track" non sono supportate da www.rivoluzionedemocratica.it.
L'utente è invitato a consultare le Privacy Policy dei servizi terzi sopra elencati per scoprire quali supportano questo tipo di richieste.

Modifiche a questa Privacy Policy
Il titolare ha il diritto di modificare questo documento avvisando gli utenti su questa stessa pagina oppure, se previsto, tramite i contatti di cui è in possesso. L'utente è quindi invitato a consultare periodicamente questa pagina. Per conferma sull'effettiva modifica consultare la data di ultima modifica indicata in fondo alla pagina.
Il titolare si occuperà di raccogliere nuovamente il consenso degli utenti nel caso in cui le modifiche a questo documento riguardino trattamenti di dati per i quali è necessario il consenso.

Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o dati, o dati dell'utente)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc.

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Dati di utilizzo
Sono dati di utilizzo le informazioni che vengono raccolte in automatico durante la navigazione di www.rivoluzionedemocratica.it, sia da sito web stesso che dalle applicazioni di terzi incluse nel sito. Sono esempi di dati di utilizzo l'indirizzo IP e i dettagli del dispositivo e del browser (compresi la localizzazione geografica) che l'utente utilizza per navigare sul sito, le pagine visualizzate e la durata della permanenza dell'utente sulle singole pagine.

Utente
Il soggetto che fa uso del sito web www.rivoluzionedemocratica.it.
Coincide con l'interessato, salvo dove diversamente specificato.

Interessato
Interessato è la persona fisica al quale si riferiscono i dati personali. Quindi, se un trattamento riguarda, ad esempio, l'indirizzo, il codice fiscale, ecc. di Mario Rossi, questa persona è l'interessato (articolo 4, paragrafo 1, punto 1), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Responsabile del trattamento (o responsabile)
Responsabile è la persona fisica o giuridica al quale il titolare affida, anche all'esterno della sua struttura organizzativa, specifici e definiti compiti di gestione e controllo per suo conto del trattamento dei dati (articolo 4, paragrafo 1, punto 8), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue). Il Regolamento medesimo ha introdotto la possibilità che un responsabile possa, a sua volta e secondo determinate condizioni, designare un altro soggetto c.d. "sub-responsabile" (articolo 28, paragrafo 2).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento (o titolare)
Titolare è la persona fisica, l'autorità pubblica, l'impresa, l'ente pubblico o privato, l'associazione, ecc., che adotta le decisioni sugli scopi e sulle modalità del trattamento (articolo 4, paragrafo 1, punto 7), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

www.rivoluzionedemocratica.it (o sito web)  
Il sito web mediante il quale sono raccolti e trattati i dati personali degli utenti.

Servizio
Il servizio offerto dal sito web www.rivoluzionedemocratica.it come indicato nei relativi termini.

Comunità Europea (o UE)
Ogni riferimento relativo alla Comunità Europea si estende a tutti gli attuali stati membri dell'Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, salvo dove diversamente specificato.

Cookie
Dati conservati all'interno del dispositivo dell'utente.

Riferimenti legali
La presente informativa è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679. Questa informativa riguarda esclusivamente www.rivoluzionedemocratica.it, dove non diversamente specificato.

Informativa privacy aggiornata il 07/10/2022 12:44
torna indietro leggi Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
 obbligatorio
generic image refresh

cookie