12 Luglio 2024

IN EUROPA SEMPRE LA STESSA MUSICA?

Precedute da una campagna elettorale, quantomeno per ciò che riguarda l’Italia, triste e monotona, centrata in grandissima parte su argomenti d’interesse nazionale, si sono concluse le elezioni europee destinate a inaugurare la decima legislatura del Parlamento europeo eletto a suffragio universale. Dovremmo forse dire “finalmente” concluse visto che mai come questa volta poco si è parlato di Europa. Il primo dato che pare significativo è la percentuale di votanti mai così bassa dal 1979 quando era andato alle urne il 62% dei potenziali elettori. Nel 2024 si è recato alle urne poco meno del 50% degli aventi diritto al voto. Un risultato che, però, disaggregato, mostra come in alcuni paesi dell’area balcanico-danubiana), Slovenia, Slovacchia, Ungheria e Repubblica Ceca si sia registrata l’affluenza più sostenuta da quando questi paesi votano per il rinnovo del Parlamento europeo.

In due dei paesi fondatori della Comunità europea, Francia e Germania la risposta degli elettori è stata netta: in entrambi il governo è stato sonoramente bocciato. In Francia il partito del Presidente Macron ha subito un vero e proprio tracollo a vantaggio del Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen e del suo delfino Jordan Bardella. Macron esce a tal punto ridimensionato dalla competizione che ha preferito sciogliere l’Assemblea nazionale e indire nuove elezioni legislative scommettendo sulla mancata tenuta nel lungo periodo del RN nel caso che anche le legislative premino la formazione di Marine Le Pen.

Il vero sconfitto di queste elezioni europee è senza dubbio il presidente francese che pure molto si era speso nella campagna elettorale. Se è vero che le simpatie dei francesi verso il presidente erano da tempo declinanti non era possibile prevedere una sconfitta dai contorni così netti.

Ugualmente, era facile prevedere una vittoria del RN anche se con difficoltà si poteva immaginare un successo di tali dimensioni. Da molti anni il Front National (poi Rassemblement national) avanza in tutte le elezioni nel sostanziale disinteresse delle classi dirigenti francesi che, nella migliore delle ipotesi non sanno fare di meglio che evocare l’esperienza del Fronte popolare del 1936 e ricorrere all’usurato barrage républicain a far sbarramento contro Marine Le Pen e i suoi elettori.

Il processo di dédiabolisation della formazione di Marine Le Pen procede ormai da anni con successo. Essa ha fatto breccia ormai anche nell’elettorato moderato oltre a conservare e fidelizzare i suoi seguaci. Ha intercettato da tempo le paure e i bisogni della Francia profonda e così facendo ha esaltato la distanza dalla gente comune dei tecnocrati come Macron e come il Primo ministro Attal. Si teme ora una riunificazione di parte delle destre sotto la bandiera del RN. Il progetto sembra già in atto dal momento che il segretario del partito gollista Les Républicains Eric Ciotti ha preso accordi con Bardella. Tuttavia, questo progetto di una “grande destra” comprendente anche parte della destra repubblicana gollista è patrocinato da anni – neanche tanto sotto traccia – dal magnate dei media Vincent Bolloré, nemico giurato del presidente Macron e che aveva già ispirato la discesa in campo, qualche anno prima, di Eric Zemmour (che al momento non sarebbe ospite gradito del nuovo “campo largo” della destra francese).

La scelta di sciogliere il parlamento potrebbe sembrare un azzardo totale se non conoscessimo la comprovata attitudine di Macron a rilanciare senza subire gli eventi ma cercando di piegarli alla propria volontà. Una campagna elettorale di sole tre settimane pone parecchi interrogativi dato che difficilmente – a parte manifestazioni esteriori di dissenso, anche importanti – lo schieramento opposto a Le Pen e Bardella troverà il tempo e il modo di ricompattarsi intorno a temi d’interesse comune. Rimane da verificare quanto una vittoria del RN possa effettivamente portare giovamento alla sua leader in vista delle presidenziali del 2027.

Anche in Germania il cancelliere Scholz ha ricevuto un sonoro schiaffone da parte dell’elettorato. Il dato che salta immediatamente all’occhio è AFD – partito dell’ultradestra – seconda forza politica in assoluto del paese. Bocciatura totale per i componenti il governo “semaforo”, socialdemocratici, verdi e liberali. I cristiano democratici e con esso le forze facenti parte del PPE reggono ovunque bene tanto che in Germania il leader dei popolari Christian Merz ha potuto invitare il cancelliere Scholz ad appoggiare il rinnovo della candidatura a presidente della Commissione di Ursula von der Leyen. Una novità interessante è la forza populista di sinistra, Bündnis Sahra Wagenknecht – Vernunft und Gerechtigkeit (BSW) guidato da Sahra Wagenknecht, fuoriuscita dalla Linke che ha superato sia i liberali che i socialdemocratici del cancelliere Scholz. Si conferma come e più di prima il cleavage tra la ex Germania federale e l’ex DDR con quest’ultima vera e propria incubatrice della destra più estrema (non sono, purtroppo, mancati in questa campagna elettorale aggressioni e accoltellamenti che fanno andare la mente a periodi ben più oscuri di questo).

Infine, l’Italia. Premesso che raramente anche nel nostro paese si era potuto assistere a uno spettacolo così penoso, lo svolgimento della campagna elettorale ha confermato che una parte degli elettori, è da ritenersi ormai fisiologicamente aliena da qualunque impegno elettorale. A questi si è aggiunta un’ulteriore percentuale di potenziali elettori che, non adeguatamente informati, hanno preferito disertare le urne.

Fratelli d’Italia è l’unica forza politica che non risulta essere stata penalizzata dalla guida del governo. Si conferma una polarizzazione dello scontro politico con le leader dei due schieramenti, Meloni e Schlein che si sono reciprocamente legittimate e complimentate per il risultato raggiunto.

La competitor di Meloni, Elly Schlein ha abbandonato gli argomenti strettamente legati alla tutela dei diritti civili per ampliare lo spettro delle rivendicazioni ricevendone un indubbio beneficio in termine di consensi.

Stupisce il consolidamento della posizione tenuta da Forza Italia su cui nessuno avrebbe scommesso. Dopo la scomparsa di Silvio Berlusconi, FI si è affidata ad Antonio Tajani, berlusconiano della prima ora ma figura priva di carisma e di iniziativa politica che, tuttavia, ha funto da “usato sicuro” utile a ricompattare quel che restava del partito che tutti davano ormai per morto. Ebbene, il suo grigiore rassicurante ha incontrato il consenso degli elettori che lo hanno premiato.

Altra forza che esce rinvigorita da queste consultazioni è Alleanza Verdi Sinistra di Fratoianni e Bonelli che ha riportato un risultato superiore a ogni aspettativa anche se, probabilmente, “drogato” dalla candidatura di Ilaria Salis.

Il segretario della Lega Salvini rischiava seriamente il posto ma si conferma soprattutto grazie all’exploit del generale Vannacci che va a Bruxelles sull’onda degli oltre 500.000 voti di preferenza ricevuti benché la sua candidatura abbia posto in urto il segretario con la gran parte dei maggiorenti della Lega in Veneto e Lombardia.

Escono dalla consultazione elettorale con le ossa rotte il Movimento 5 Stelle a guida Giuseppe Conte e gli autonominati esponenti del centro, Matteo Renzi e Carlo Calenda che non hanno raggiunto la fatidica soglia del 4%. Conte si è assunto la responsabilità del tracollo elettorale senza però mettere a disposizione il suo incarico. Alle sue spalle si agita Virginia Raggi che potrebbe aspirare a rientrare in corsa come leader della formazione con l’appoggio di Beppe Grillo.

Renzi e Calenda rappresentano ormai qualcosa che si fa fatica a giudicare con il prisma della politica. Somigliano, più, ormai a dei casi clinici. La lista Bonino per l’Europa si è condannata al fallimento imbarcando Renzi. È molto probabile che se si fosse presentata senza Renzi Bonino se la sarebbe giocata fino in fondo. Viceversa, con Renzi a bordo si è attirata l’ostilità di quanti ritengono che Renzi sia ormai politicamente “radioattivo”. D’altra parte questa decisione impone di riflettere anche sulla scarsa lucidità presente nelle ultime scelte di Bonino.

Calenda, dal canto suo, sembra sistematicamente sopravvalutarsi salvo poi ammettere candidamente di avere sbagliato. Una coazione a ripetere alla lunga diventata imbarazzante.

Quanto la situazione nei singoli paesi a partire dai più grandi possa influire sulla maggioranza che governerà il prossimo europarlamento è questione che dipende da una molteplicità di fattori che si avvieranno a soluzione solo nelle prossime settimane.





Fonte: di Andrea Becherucci
Link
[]
L'AVVENIRE DEI LAVORATORI
Periodico socialista fondato 1897.
[]
IL PONTE RIVISTA
Rivista di politica economica e cultura
fondata da Calamandrei
[]
BIBLION EDITORE
Biblion Edizioni, storica casa editrice.
[]
CRITICA LIBERALE - NON MOLLARE
"NON MOLLARE"
Quindicinale on line di Critica Liberale,
la voce del liberalismo progressista in Italia.





Nuova Serie
"La Rivoluzione Democratica"
1, MARZO 2017
Associazione Alleanza Giellista
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
Il sito web www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie alcuni dati personali degli utenti che navigano sul sito web.

In accordo con l'impegno e l'attenzione che poniamo ai dati personali e in accordo agli artt. 13 e 14 del EU GDPR, www.rivoluzionedemocratica.it fornisce informazioni su modalità, finalità, ambito di comunicazione e diffusione dei dati personali e diritti degli utenti.

Titolare del trattamento dei dati personali
La Rivoluzione Democratica
Via Circondaria, 56
55045 - Firenze Italia


Email: info @rivoluzionedemocratica.it
Telefono: 3934324237

Tipi di dati acquisiti
www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie dati degli utenti direttamente o tramite terze parti. Le tipologie di dati raccolti sono: dati tecnici di navigazione, dati di utilizzo, email, nome, cognome, numero di telefono, provincia, nazione, cap, città, indirizzo, ragione sociale, stato, cookie e altre varie tipologie di dati. Maggiori dettagli sui dati raccolti vengono forniti nelle sezioni successive di questa stessa informativa.
I dati personali sono forniti deliberatamente dall'utente tramite la compilazione di form, oppure, nel caso di dati di utilizzo, come ad esempio i dati relativi alle statistiche di navigazione, sono raccolti automaticamente navigando sulle pagine di www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati richiesti dai form sono divisi tra obbligatori e facoltativi; su ciascun form saranno indicate distintamente le due tipologie. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati obbligatori, www.rivoluzionedemocratica.it si riserva il diritto di non fornire il servizio. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati facoltativi, il servizio sarà fornito ugualmente da www.rivoluzionedemocratica.it .

www.rivoluzionedemocratica.it utilizza strumenti di statistica per il tracciamento della navigazione degli utenti, l'analisi avviene tramite log. Non utilizza direttamente cookie ma può utilizzare cookie includendo servizi di terzi.

Ciascun utilizzo di cookie viene dettagliato nella Cookie Policy (https://www.rivoluzionedemocratica.it/Informativa-sui-cookies.htm) e successivamente in questa stessa informativa.
L'utente che comunichi, pubblichi, diffonda, condivida o ottenga dati personali di terzi tramite www.rivoluzionedemocratica.it si assume la completa responsabilità degli stessi. L'utente libera il titolare del sito web da qualsiasi responsabilità diretta e verso terzi, garantendo di avere il diritto alla comunicazione, pubblicazione, diffusione degli stessi. www.rivoluzionedemocratica.it non fornisce servizi a minori di 18 anni. In caso di richieste effettuate per minori deve essere il genitore, o chi detiene la patria potestà, a compilare le richieste dati.

Modalità, luoghi e tempi del trattamento dei dati acquisiti
Modalità di trattamento dei dati acquisiti
Il titolare ha progettato un sistema informatico opportuno a garantire misure di sicurezza ritenute adatte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la cancellazione non autorizzata di dati personali. Lo stesso sistema effettua copie giornaliere, ritenute sufficientemente adeguate in base alla importanza dei dati contenuti.

L'utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alle misure di sicurezza adottate dal titolare per proteggere i dati.

Accessi ai dati oltre al titolare
Hanno accesso ai dati personali raccolti da www.rivoluzionedemocratica.it il personale interno (quale ad esempio amministrativo, commerciale, marketing, legale, amministratori di sistema) e/o soggetti esterni (quali ad esempio fornitori di servizi informatici terzi, webfarm, agenzie di comunicazione, fornitori di servizi complementari). Se necessario tali strutture sono nominate dal titolare responsabili del trattamento.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, l'elenco aggiornato dei responsabili del trattamento.

Comunicazione di eventuali accessi indesiderati al Garante della Privacy
Il suddetto sistema informatico è monitorato e controllato giornalmente da tecnici e sistemisti. Ciò non toglie che, anche se ritenuta possibilità remota, ci possa essere un accesso indesiderato. Nel caso in cui questo si verifichi il titolare si impegna, come da GDPR ad effettuarne comunicazione al Garante della Privacy entro i termini previsti dalla legge.

Luoghi di mantenimento dei dati acquisiti
I dati personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.rivoluzionedemocratica.it, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell'utente possono risiedere in Italia, Germania e Olanda, comunque in nazioni della Comunità Europea. I dati personali dell'utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

Tempi di mantenimento dei dati acquisiti
Nel caso di dati acquisiti per fornire un servizio all'utente, (sia per un servizio acquistato che in prova) i dati vengono conservati per 24 mesi successivi al completamento del servizio. Oppure fino a quando non ne venga revocato il consenso.

Nel caso in cui il titolare fosse obbligato a conservare i dati personali in ottemperanza di un obbligo di legge o per ordine di autorità, il titolare può conservare i dati per un tempo maggiore, necessario agli obblighi.

Al termine del periodo di conservazione i dati personali saranno cancellati. Dopo il termine, non sarà più possibile accedere ai propri dati, richiederne la cancellazione e la portabilità.

Base giuridica del trattamento dei dati acquisiti
Il titolare acquisisce dati personali degli utenti nei casi sotto descritti.
Il trattamento si rende necessario:
- se l'utente ha deliberatamente accettato il trattamento per una o più finalità;
- per fornire un preventivo all'utente;
- per fornire un contratto all'utente;
- per fornire un servizio all'utente;
- perché il titolare possa adempiere ad un obbligo di legge;
- perché il titolare possa adempiere ad un compito di interesse pubblico;
- perché il titolare possa adempiere ad un esercizio di pubblici poteri;
- perché il titolare o terzi possano perseguire i propri legittimi interessi.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulla base giuridica di ciascun trattamento.

Finalità del trattamento dei dati acquisiti
I dati dell'utente sono raccolti dal titolare per le seguenti finalità:

- richiesta informazione da parte dell'utente
- richiesta informazione per servizi
- invio di aggiornamenti
- invio informazioni generiche
- richiesta di contatto da parte dei clienti, per ricevere informazioni

Eventualmente i dati possono essere trattati anche per:
contattare l'utente, statistiche, analisi dei comportamenti degli utenti e registrazione sessioni, visualizzazione contenuti e interazione di applicazioni esterne, protezione dallo spam, gestione dei pagamenti, interazione con social network, pubblicità.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulle finalità di ciascun trattamento.

Dettagli specifici sull'acquisizione e uso dei dati personali
Per contattare l'utente
Moduli di contatto
L'utente può compilare il/i moduli di contatto/richiesta informazioni, inserendo i propri dati e acconsentendo al loro uso per rispondere alle richieste di natura indicata nella intestazione del modulo.
Dati personali che potrebbero essere raccolti: CAP, città, cognome, email, indirizzo, nazione, nome, numero di telefono, provincia, ragione sociale.

Per interazione con applicazioni esterne (anche social network)
www.rivoluzionedemocratica.it include nelle sue pagine plugin e/o pulsanti per interagire con i social network e/o applicazioni esterne.
Per quanto riguarda i social network, anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook: Pulsante "Mi piace" e widget sociali
Fornitore del servizio: Meta Platforms Ireland Limited.
Finalità del servizio: interazione con il social network Facebook
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti e in altri Paesi
Privacy Policy (https://www.facebook.com/privacy/policy)

Twitter: Pulsante "Tweet" e widget sociali
Fornitore del servizio: Twitter, Inc.
Finalità del servizio: interazione con il social network Twitter
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://twitter.com/privacy)
Cookie utilizzati (https://help.twitter.com/it/rules-and-policies/twitter-cookies)
Aderente al Privacy Shield

Whatsapp: Pulsante Whatsapp e widget sociali di Whatsapp
Fornitore del servizio: se l'utente risiede nella Regione Europea, WhatsApp Ireland Limited, se l'utente risiede al di fuori della Regione Europea, i Servizi vengono forniti da WhatsApp LLC.
Finalità del servizio: servizi di interazione con Whatsapp.
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Irlanda, le informazioni potrebbero essere trasferite o trasmesse o archiviate e trattate negli Stati Uniti o in altri Paesi terzi al di fuori di quello in cui l'utente risiede.
Privacy Policy (https://www.whatsapp.com/legal/privacy-policy-eea)
Aderente al Privacy Shield

Per statistiche
Questi servizi sono utilizzati dal titolare del trattamento per analizzare il traffico effettuato dagli utenti sul sito web www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Per visualizzare contenuti da siti web esterni
Questi servizi sono utilizzati per visualizzare sulle pagine del sito web contenuti esterni al sito web, con possibilità di interazione.
Anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Diritti dell'interessato
L'utente possiede tutti i diritti previsti dall'art. 12 del EU GDPR, il diritto di controllare, modificare e integrare (rettificare), cancellare i propri dati personali accedendo alla propria area riservata. Una volta cancellati tutti i dati, viene chiuso l'account di accesso all'area riservata.

Nello specifico ha il diritto di:
- sapere se il titolare detiene dati personali relativi all'utente (art. 15 Diritto all'accesso);
- modificare o integrare (rettificare) i dati personali inesatti o incompleti (Art. 16 Diritto di rettifica);
- richiedere la cancellazione di uno o parte dei dati personali mantenuti se sussiste uno dei motivi previsti dal GDPR (Diritto alla Cancellazione, 17);
- limitare il trattamento solo a parte dei dati personali, o revocarne completamente il consenso al trattamento, se sussiste uno dei motivi previsti dal Regolamento (Art. 18 Diritto alla limitazione del trattamento);
- ricevere copia di tutti i dati personali in possesso del titolare, in formato di uso comune organizzato, e leggibili anche da dispositivo automatico (Art. 20, Diritto alla Portabilità);
- opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per finalità di marketing, ad esempio opporsi e ricevere offerte pubblicitarie (art. 21 Diritto di opposizione). Si fa presente agli utenti che possono opporsi al trattamento dei dati utilizzati per scopo pubblicitario, senza fornire alcuna motivazione;
- opporsi al trattamento dei dati in modalità automatica o meno per finalità di profilazione (c.d. Consenso).

Come un utente può esercitare i propri diritti
L'utente può esercitare i propri diritti sopra esposti comunicandone richiesta al titolare del trattamento La Rivoluzione Democratica ai seguenti recapiti: info@rivoluzionedemocratica.it; tel. 3312300680.

La richiesta di esercitare un proprio diritto non ha nessun costo. Il titolare si impegna ad evadere le richieste nel minor tempo possibile, e comunque entro un mese.

L'utente ha il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per la Protezione dei dati Personali. Recapiti: garante@gpdp.it, http://www.gpdp.it (http://www.gpdp.it).

Cookie Policy
Informazioni aggiuntive sul trattamento dei dati
Difesa in giudizio
Nel caso di ricorso al tribunale per abuso da parte dell'utente nell'utilizzo di www.rivoluzionedemocratica.it o dei servizi a esso collegati, il titolare ha la facoltà di rivelare i dati personali dell'utente. È inoltre obbligato a fornire i suddetti dati su richiesta delle autorità pubbliche.

Richiesta di informative specifiche
L'utente ha diritto di richiedere a www.rivoluzionedemocratica.it informative specifiche sui servizi presenti sul sito web e/o la raccolta e l'utilizzo dei dati personali.

Raccolta dati per log di sistema e manutenzione
www.rivoluzionedemocratica.it e/o i servizi di terze parti (se presenti) possono raccogliere i dati personali dell'utente, come ad esempio l'indirizzo IP, sotto forma di log di sistema. La raccolta di questi dati è legata al funzionamento e alla manutenzione del sito web.

Informazioni non contenute in questa policy
L'utente ha diritto di richiedere in ogni momento al titolare del trattamento dei dati le informazioni aggiuntive non presenti in questa Policy riguardanti il trattamento dei dati personali. Il titolare potrà essere contattato tramite gli estremi di contatto.

Supporto per le richieste "Do Not Track"
Le richieste  "Do Not Track" non sono supportate da www.rivoluzionedemocratica.it.
L'utente è invitato a consultare le Privacy Policy dei servizi terzi sopra elencati per scoprire quali supportano questo tipo di richieste.

Modifiche a questa Privacy Policy
Il titolare ha il diritto di modificare questo documento avvisando gli utenti su questa stessa pagina oppure, se previsto, tramite i contatti di cui è in possesso. L'utente è quindi invitato a consultare periodicamente questa pagina. Per conferma sull'effettiva modifica consultare la data di ultima modifica indicata in fondo alla pagina.
Il titolare si occuperà di raccogliere nuovamente il consenso degli utenti nel caso in cui le modifiche a questo documento riguardino trattamenti di dati per i quali è necessario il consenso.

Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o dati, o dati dell'utente)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc.

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Dati di utilizzo
Sono dati di utilizzo le informazioni che vengono raccolte in automatico durante la navigazione di www.rivoluzionedemocratica.it, sia da sito web stesso che dalle applicazioni di terzi incluse nel sito. Sono esempi di dati di utilizzo l'indirizzo IP e i dettagli del dispositivo e del browser (compresi la localizzazione geografica) che l'utente utilizza per navigare sul sito, le pagine visualizzate e la durata della permanenza dell'utente sulle singole pagine.

Utente
Il soggetto che fa uso del sito web www.rivoluzionedemocratica.it.
Coincide con l'interessato, salvo dove diversamente specificato.

Interessato
Interessato è la persona fisica al quale si riferiscono i dati personali. Quindi, se un trattamento riguarda, ad esempio, l'indirizzo, il codice fiscale, ecc. di Mario Rossi, questa persona è l'interessato (articolo 4, paragrafo 1, punto 1), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Responsabile del trattamento (o responsabile)
Responsabile è la persona fisica o giuridica al quale il titolare affida, anche all'esterno della sua struttura organizzativa, specifici e definiti compiti di gestione e controllo per suo conto del trattamento dei dati (articolo 4, paragrafo 1, punto 8), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue). Il Regolamento medesimo ha introdotto la possibilità che un responsabile possa, a sua volta e secondo determinate condizioni, designare un altro soggetto c.d. "sub-responsabile" (articolo 28, paragrafo 2).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento (o titolare)
Titolare è la persona fisica, l'autorità pubblica, l'impresa, l'ente pubblico o privato, l'associazione, ecc., che adotta le decisioni sugli scopi e sulle modalità del trattamento (articolo 4, paragrafo 1, punto 7), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

www.rivoluzionedemocratica.it (o sito web)  
Il sito web mediante il quale sono raccolti e trattati i dati personali degli utenti.

Servizio
Il servizio offerto dal sito web www.rivoluzionedemocratica.it come indicato nei relativi termini.

Comunità Europea (o UE)
Ogni riferimento relativo alla Comunità Europea si estende a tutti gli attuali stati membri dell'Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, salvo dove diversamente specificato.

Cookie
Dati conservati all'interno del dispositivo dell'utente.

Riferimenti legali
La presente informativa è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679. Questa informativa riguarda esclusivamente www.rivoluzionedemocratica.it, dove non diversamente specificato.

Informativa privacy aggiornata il 07/10/2022 12:44
torna indietro leggi Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
 obbligatorio
generic image refresh

cookie