25 Febbraio 2024

"DEMOCRATIZZARE L'ECONOMIA"
In Ricordo di Vincenzo Russo
da Libero Pensiero n.105 dicembre 2023

22-01-2024 - AGORA´
Socio della Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, Enzo è morto il 9 ottobre scorso. Tutti lo ricordiamo per il suo garbo e gentilezza uniti alla sua fermezza e tenacia per l’affermazione di politiche finanziarie di emancipazione individuale e sociale. Professore di Scienza delle finanze alla Sapienza di Roma, Vincenzo Russo è stato più volte chiamato come consulente al ministero delle finanze ed è stato anche componente della Commissione tributaria centrale e impegnato a seguire le più delicate questioni di finanza pubblica italiana e internazionale. Insieme all’autore di questo articolo, è sempre stato di pungolo all’Europa per un’economia dal volto Umano.
Carlo Giannone



In questa nota intendo onorare il pensiero di Enzo Russo, attraverso alcuni dei suoi scritti, a partire dalla recensione di un volume di Laura Pennacchi (Democrazia economica, Castelvecchi, 2021) in cui, superando il tentativo di A. Blair e dei suoi epigoni durante la parentesi storica di un governo inglese alla ricerca di una improbabile “terza via” tra socialismo e capitalismo, o meglio di un neo-liberismo conservatore, si rifletteva che il secondo rappresenta da almeno tre decenni un ordine sociale istituzionalizzato. Ai fini di realizzare un minimo di giustizia sociale per tutti, è essenziale la cooperazione nella gestione delle imprese e nei rapporti tra imprenditori e sindacati. Occorre, dunque, soffermarsi sui contributi di Axel Honneth (La libertà degli altri, il Mulino, 2017) oltre a quelli di Hannah Arendt, sull’esistenza di azioni e di comportamenti conseguenti (Vita activa. La condizione umana, Bompiani, 1966). È ben noto – sottolinea Enzo Russo – come nel nostro paese sia ancora oggi lontana la piena applicazione delle norme Costituzionali, già a partire dal presupposto di una Repubblica fondata sul lavoro. E citava in proposito, una celebre affermazione di Piero Calamandrei: «la Costituzione è un pezzo di carta che giace per terra o in un cassetto, se non trova le gambe per camminare». Chiamando ognuno all’impegno concreto per applicarla. Un vita di impegno Enzo vantava una lunga esperienza nell’ambito sindacale, in quello accademico, quale professore di Scienza delle finanze, nonché politico, quale esponente di Commissioni tributarie in materia di fisco e riforme: a partire da quella guidata da Cesare Cosciani nei primi anni ’70 per una società di massa, fino alle iterate modifiche intervenute nel tempo, in cui Enzo vedeva tradito il principio cardine delle moderne democrazie per garantire la progressività del sistema nel suo complesso.

Nel 2020, riferendosi alla fiscalità informatica nell’ambito della Pubblica Amministrazione italiana, nel suo blog del 3 Agosto 2020, Russo mirava a definire quest’ultima un colabrodo, operante nel caos e soggetta ad attacchi esterni. Ciò era esemplificato dall’attuazione pratica sull’intero territorio nazionale del PNRR grazie a sostanziosi fondi assegnati in sede europea per gli interventi in campo tecnologico, mentre risultava effettuato solo in poche centinaia, su un totale di 8103 Comuni, il collegamento degli uffici anagrafe (Cfr: A.N.P.R. Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente/ Agenzia per l’Italia digitale). Analisi e giudizi schietti Oggi, dopo la dolorosa scomparsa dell’insigne studioso, non si conosce in maniera documentata lo stato di avanzamento dei progetti di digitalizzazione, tra i tanti iniziati, sospesi, o semplicemente annullati. Sebbene il costante declino del nostro paese sia comune a quello di altri in campo internazionale, esso è certamente aggravato dalle linee conservatrici del governo nato dalle ultime elezioni. Ma giudizi e commenti sempre assai espliciti e talvolta sferzanti lanciava Enzo con i suoi scritti anche all’esecutivo precedente guidato dal “cavaliere bianco” – nella definizione data da Roberto Napoletano a Mario Draghi – quando i principali nodi da sciogliere erano, in primo luogo, quelli dovuti all’insoddisfacente attività dell’Agenzia delle Entrate, specialmente sul fronte anti evasione. Nel contempo, egli sottolineava che una “pace fiscale” presupponeva una guerra, la quale poteva solo intendersi come quella combattuta dai cittadini che pagano rispetto a coloro i quali non contribuiscono alle spese pubbliche della collettività. Imposte tagli mercato Le indagini ISEE erano, al riguardo, inadeguate. Nel contesto dell’economia italiana agli inizi di un ventennio (che pure già si preannunciava ‘buio’), la proposta, di tagliare le imposte prima di fare altrettanto con le spese era ed è infatti (anche a parere di chi scrive e secondo anche l’opinione condivisa con l’amico Enzo) da irresponsabili, come la pretesa di un esponente apicale del governo di cancellare 61.5 ml di cartelle maturate nel 2000-2015 fino a 5000 euro, per circa 70 Md. Gli interessi di ricerca e di approfondimento dei temi economici e politico-sociali di Enzo si estendevano, peraltro, al di là dei confini dell’Italia, con una forte propensione verso l’utopia federalista degli Stati Uniti d’Europa, sia pure fondata su una realtà sovranazionale di cui è impossibile ignorare l’impatto, a maggior ragione per economisti poco ortodossi e dediti da anni agli studi della teoria dei beni pubblici, sulla cui base è costruito il federalismo fiscale (Cfr: Vincenzo Russo, I beni pubblici europei, ASTRID, Novembre 2009, pp, 121-145). Nella recensione di un volume a cura di Luigi Paganetto, Rivitalizzare un‘Europa (e un’Italia) anemica, Eurilink University Press, November. 2020, Russo cita, tra le molteplici cause di seria e perdurante incompletezza della costruzione europea, il primato del mercato e le poche regole fiscali automatiche, da cui deriva un trade off tra concorrenza e politica industriale sbilanciato a favore della prima. In dettaglio, ‘Eurolandia’ - com’è stato dimostrato dal Nobel Robert Mundell e da Tommaso Padoa-Schioppa- non è un OCA (Optimal Currency Area) (Cfr. Tommaso PadoaSchioppa, L’euro in prospettiva storica, Il Mulino, 2002). Beni pubblici ed Europa Crisi sistemiche e condizioni asimmetriche dei paesi membri richiedono non unicamente politiche monetarie, bensì un maggiore intervento pubblico espansivo, oggi intralciato dal predominio di una forzata austerità. Ne consegue l’ovvia necessità di entrate aggiuntive, soprattutto attraverso quote di gettito dei membri, per consentire politiche allocative di produzione e/o fornitura di beni pubblici, non disgiunte da sussidi idonei a un’effettiva perequazione delle singole capacità di spesa - a nostro giudizio indifferibili - per il passaggio obbligato da mero sistema intergovernativo a un pieno assetto federale. Infine, vanno tenuti in attenta considerazione un saggio pubblicato nel 2020 sulla Rassegna Astrid.on line e un draft paper in lingua inglese, presentato all’incontro annuale del gruppo Euromemorandum, elaborato insieme e presentato a Parigi a fine Settembre 2019, sulle Proposte di 14 Economisti francesi e tedeschi. Il testo collettivo mirava a: 1) prospettare una nuova ‘missione’ del MES; 2) proporre una riforma del Patto di Stabilità e crescita, versione 2011; 3) indicare nuove procedure di bilancio, anche col ricorso alle Corti; 4) fornire un primo tentativo di mutare l’attuale governance e, in seguito, l’assetto intergovernativo. Guardando al futuro La valutazione del rilevante contributo europeo mi induce a sottolineare alcune ferme posizioni di Enzo sulle prospettive future, posto che la stagnazione aveva prodotto un rafforzamento dell’intreccio tra attività delle banche e debitisovrani, la cui prima risposta semplicistica era consistita nel fenomeno di sliding doors (governanti ex tecnici), originando un doom (diabolic) loop. In tal senso, accettare la proposta di Eichengreen e Wyplosz sul divieto di detenere titoli dei propri paesi, gli appariva cruciale, anche alla luce dell’esperienza italiana del divorzio TesoroBankitalia. La proposta dei “14” si situa, in effetti, a metà strada tra coloro che la respingono nella sostanza e, all’opposto, chi aspira ad una sostanziale modifica dei Trattati che prevedono il divieto di bailin (aiuti di Stato). Un ulteriore suggerimento dei ‘7+7’ era di ridurre il moral hazard, mediante un Edis a tutela dei depositi, come negli USA, e un common fiscal backstop, ossia una garanzia pubblica di ultima istanza, per ridurre il rischio di non mutualizzazione e possibili effetti di contagio, nonostante i più critici ritengano tali strumenti un sostanziale haircut preventivo anche nel caso di emissioni di novelli junior bonds in proporzioni ridotte, rispetto all’entità globale dei debiti nazionali. Il cuore delle proposte del gruppo di economisti, per Enzo, sembra consistere in un nuovo ruolo del fondo salva-Stati, una sorta di Fondo Monetario Europeo, con regole differenti e dotato di risorse. Se almeno in parte alcuni dei vividi commenti elencati possono apparire datati poco dopo la sua scomparsa, con l’aggravarsi delle condizioni sociali in Italia nel campo dell’economia e della finanza pubblica, i brevi testi qui citati – tra i numerosi di varia natura e alto spessore teorico – permetteranno ai nostri lettori di approfondire l’importanza e il valore del pensiero di Enzo.





Fonte: di Carlo Giannone
Link
[]
L'AVVENIRE DEI LAVORATORI
Periodico socialista fondato 1897.
[]
IL PONTE RIVISTA
Rivista di politica economica e cultura
fondata da Calamandrei
[]
BIBLION EDITORE
Biblion Edizioni, storica casa editrice.
[]
CRITICA LIBERALE - NON MOLLARE
"NON MOLLARE"
Quindicinale on line di Critica Liberale,
la voce del liberalismo progressista in Italia.





Nuova Serie
"La Rivoluzione Democratica"
1, MARZO 2017
Associazione Alleanza Giellista
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
Il sito web www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie alcuni dati personali degli utenti che navigano sul sito web.

In accordo con l'impegno e l'attenzione che poniamo ai dati personali e in accordo agli artt. 13 e 14 del EU GDPR, www.rivoluzionedemocratica.it fornisce informazioni su modalità, finalità, ambito di comunicazione e diffusione dei dati personali e diritti degli utenti.

Titolare del trattamento dei dati personali
La Rivoluzione Democratica
Via Circondaria, 56
55045 - Firenze Italia


Email: info @rivoluzionedemocratica.it
Telefono: 3934324237

Tipi di dati acquisiti
www.rivoluzionedemocratica.it raccoglie dati degli utenti direttamente o tramite terze parti. Le tipologie di dati raccolti sono: dati tecnici di navigazione, dati di utilizzo, email, nome, cognome, numero di telefono, provincia, nazione, cap, città, indirizzo, ragione sociale, stato, cookie e altre varie tipologie di dati. Maggiori dettagli sui dati raccolti vengono forniti nelle sezioni successive di questa stessa informativa.
I dati personali sono forniti deliberatamente dall'utente tramite la compilazione di form, oppure, nel caso di dati di utilizzo, come ad esempio i dati relativi alle statistiche di navigazione, sono raccolti automaticamente navigando sulle pagine di www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati richiesti dai form sono divisi tra obbligatori e facoltativi; su ciascun form saranno indicate distintamente le due tipologie. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati obbligatori, www.rivoluzionedemocratica.it si riserva il diritto di non fornire il servizio. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati facoltativi, il servizio sarà fornito ugualmente da www.rivoluzionedemocratica.it .

www.rivoluzionedemocratica.it utilizza strumenti di statistica per il tracciamento della navigazione degli utenti, l'analisi avviene tramite log. Non utilizza direttamente cookie ma può utilizzare cookie includendo servizi di terzi.

Ciascun utilizzo di cookie viene dettagliato nella Cookie Policy (https://www.rivoluzionedemocratica.it/Informativa-sui-cookies.htm) e successivamente in questa stessa informativa.
L'utente che comunichi, pubblichi, diffonda, condivida o ottenga dati personali di terzi tramite www.rivoluzionedemocratica.it si assume la completa responsabilità degli stessi. L'utente libera il titolare del sito web da qualsiasi responsabilità diretta e verso terzi, garantendo di avere il diritto alla comunicazione, pubblicazione, diffusione degli stessi. www.rivoluzionedemocratica.it non fornisce servizi a minori di 18 anni. In caso di richieste effettuate per minori deve essere il genitore, o chi detiene la patria potestà, a compilare le richieste dati.

Modalità, luoghi e tempi del trattamento dei dati acquisiti
Modalità di trattamento dei dati acquisiti
Il titolare ha progettato un sistema informatico opportuno a garantire misure di sicurezza ritenute adatte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la cancellazione non autorizzata di dati personali. Lo stesso sistema effettua copie giornaliere, ritenute sufficientemente adeguate in base alla importanza dei dati contenuti.

L'utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alle misure di sicurezza adottate dal titolare per proteggere i dati.

Accessi ai dati oltre al titolare
Hanno accesso ai dati personali raccolti da www.rivoluzionedemocratica.it il personale interno (quale ad esempio amministrativo, commerciale, marketing, legale, amministratori di sistema) e/o soggetti esterni (quali ad esempio fornitori di servizi informatici terzi, webfarm, agenzie di comunicazione, fornitori di servizi complementari). Se necessario tali strutture sono nominate dal titolare responsabili del trattamento.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, l'elenco aggiornato dei responsabili del trattamento.

Comunicazione di eventuali accessi indesiderati al Garante della Privacy
Il suddetto sistema informatico è monitorato e controllato giornalmente da tecnici e sistemisti. Ciò non toglie che, anche se ritenuta possibilità remota, ci possa essere un accesso indesiderato. Nel caso in cui questo si verifichi il titolare si impegna, come da GDPR ad effettuarne comunicazione al Garante della Privacy entro i termini previsti dalla legge.

Luoghi di mantenimento dei dati acquisiti
I dati personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.rivoluzionedemocratica.it, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell'utente possono risiedere in Italia, Germania e Olanda, comunque in nazioni della Comunità Europea. I dati personali dell'utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

Tempi di mantenimento dei dati acquisiti
Nel caso di dati acquisiti per fornire un servizio all'utente, (sia per un servizio acquistato che in prova) i dati vengono conservati per 24 mesi successivi al completamento del servizio. Oppure fino a quando non ne venga revocato il consenso.

Nel caso in cui il titolare fosse obbligato a conservare i dati personali in ottemperanza di un obbligo di legge o per ordine di autorità, il titolare può conservare i dati per un tempo maggiore, necessario agli obblighi.

Al termine del periodo di conservazione i dati personali saranno cancellati. Dopo il termine, non sarà più possibile accedere ai propri dati, richiederne la cancellazione e la portabilità.

Base giuridica del trattamento dei dati acquisiti
Il titolare acquisisce dati personali degli utenti nei casi sotto descritti.
Il trattamento si rende necessario:
- se l'utente ha deliberatamente accettato il trattamento per una o più finalità;
- per fornire un preventivo all'utente;
- per fornire un contratto all'utente;
- per fornire un servizio all'utente;
- perché il titolare possa adempiere ad un obbligo di legge;
- perché il titolare possa adempiere ad un compito di interesse pubblico;
- perché il titolare possa adempiere ad un esercizio di pubblici poteri;
- perché il titolare o terzi possano perseguire i propri legittimi interessi.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulla base giuridica di ciascun trattamento.

Finalità del trattamento dei dati acquisiti
I dati dell'utente sono raccolti dal titolare per le seguenti finalità:

- richiesta informazione da parte dell'utente
- richiesta informazione per servizi
- invio di aggiornamenti
- invio informazioni generiche
- richiesta di contatto da parte dei clienti, per ricevere informazioni

Eventualmente i dati possono essere trattati anche per:
contattare l'utente, statistiche, analisi dei comportamenti degli utenti e registrazione sessioni, visualizzazione contenuti e interazione di applicazioni esterne, protezione dallo spam, gestione dei pagamenti, interazione con social network, pubblicità.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulle finalità di ciascun trattamento.

Dettagli specifici sull'acquisizione e uso dei dati personali
Per contattare l'utente
Moduli di contatto
L'utente può compilare il/i moduli di contatto/richiesta informazioni, inserendo i propri dati e acconsentendo al loro uso per rispondere alle richieste di natura indicata nella intestazione del modulo.
Dati personali che potrebbero essere raccolti: CAP, città, cognome, email, indirizzo, nazione, nome, numero di telefono, provincia, ragione sociale.

Per interazione con applicazioni esterne (anche social network)
www.rivoluzionedemocratica.it include nelle sue pagine plugin e/o pulsanti per interagire con i social network e/o applicazioni esterne.
Per quanto riguarda i social network, anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook: Pulsante "Mi piace" e widget sociali
Fornitore del servizio: Meta Platforms Ireland Limited.
Finalità del servizio: interazione con il social network Facebook
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti e in altri Paesi
Privacy Policy (https://www.facebook.com/privacy/policy)

Twitter: Pulsante "Tweet" e widget sociali
Fornitore del servizio: Twitter, Inc.
Finalità del servizio: interazione con il social network Twitter
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://twitter.com/privacy)
Cookie utilizzati (https://help.twitter.com/it/rules-and-policies/twitter-cookies)
Aderente al Privacy Shield

Whatsapp: Pulsante Whatsapp e widget sociali di Whatsapp
Fornitore del servizio: se l'utente risiede nella Regione Europea, WhatsApp Ireland Limited, se l'utente risiede al di fuori della Regione Europea, i Servizi vengono forniti da WhatsApp LLC.
Finalità del servizio: servizi di interazione con Whatsapp.
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Irlanda, le informazioni potrebbero essere trasferite o trasmesse o archiviate e trattate negli Stati Uniti o in altri Paesi terzi al di fuori di quello in cui l'utente risiede.
Privacy Policy (https://www.whatsapp.com/legal/privacy-policy-eea)
Aderente al Privacy Shield

Per statistiche
Questi servizi sono utilizzati dal titolare del trattamento per analizzare il traffico effettuato dagli utenti sul sito web www.rivoluzionedemocratica.it.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Per visualizzare contenuti da siti web esterni
Questi servizi sono utilizzati per visualizzare sulle pagine del sito web contenuti esterni al sito web, con possibilità di interazione.
Anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Diritti dell'interessato
L'utente possiede tutti i diritti previsti dall'art. 12 del EU GDPR, il diritto di controllare, modificare e integrare (rettificare), cancellare i propri dati personali accedendo alla propria area riservata. Una volta cancellati tutti i dati, viene chiuso l'account di accesso all'area riservata.

Nello specifico ha il diritto di:
- sapere se il titolare detiene dati personali relativi all'utente (art. 15 Diritto all'accesso);
- modificare o integrare (rettificare) i dati personali inesatti o incompleti (Art. 16 Diritto di rettifica);
- richiedere la cancellazione di uno o parte dei dati personali mantenuti se sussiste uno dei motivi previsti dal GDPR (Diritto alla Cancellazione, 17);
- limitare il trattamento solo a parte dei dati personali, o revocarne completamente il consenso al trattamento, se sussiste uno dei motivi previsti dal Regolamento (Art. 18 Diritto alla limitazione del trattamento);
- ricevere copia di tutti i dati personali in possesso del titolare, in formato di uso comune organizzato, e leggibili anche da dispositivo automatico (Art. 20, Diritto alla Portabilità);
- opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per finalità di marketing, ad esempio opporsi e ricevere offerte pubblicitarie (art. 21 Diritto di opposizione). Si fa presente agli utenti che possono opporsi al trattamento dei dati utilizzati per scopo pubblicitario, senza fornire alcuna motivazione;
- opporsi al trattamento dei dati in modalità automatica o meno per finalità di profilazione (c.d. Consenso).

Come un utente può esercitare i propri diritti
L'utente può esercitare i propri diritti sopra esposti comunicandone richiesta al titolare del trattamento La Rivoluzione Democratica ai seguenti recapiti: info@rivoluzionedemocratica.it; tel. 3312300680.

La richiesta di esercitare un proprio diritto non ha nessun costo. Il titolare si impegna ad evadere le richieste nel minor tempo possibile, e comunque entro un mese.

L'utente ha il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per la Protezione dei dati Personali. Recapiti: garante@gpdp.it, http://www.gpdp.it (http://www.gpdp.it).

Cookie Policy
Informazioni aggiuntive sul trattamento dei dati
Difesa in giudizio
Nel caso di ricorso al tribunale per abuso da parte dell'utente nell'utilizzo di www.rivoluzionedemocratica.it o dei servizi a esso collegati, il titolare ha la facoltà di rivelare i dati personali dell'utente. È inoltre obbligato a fornire i suddetti dati su richiesta delle autorità pubbliche.

Richiesta di informative specifiche
L'utente ha diritto di richiedere a www.rivoluzionedemocratica.it informative specifiche sui servizi presenti sul sito web e/o la raccolta e l'utilizzo dei dati personali.

Raccolta dati per log di sistema e manutenzione
www.rivoluzionedemocratica.it e/o i servizi di terze parti (se presenti) possono raccogliere i dati personali dell'utente, come ad esempio l'indirizzo IP, sotto forma di log di sistema. La raccolta di questi dati è legata al funzionamento e alla manutenzione del sito web.

Informazioni non contenute in questa policy
L'utente ha diritto di richiedere in ogni momento al titolare del trattamento dei dati le informazioni aggiuntive non presenti in questa Policy riguardanti il trattamento dei dati personali. Il titolare potrà essere contattato tramite gli estremi di contatto.

Supporto per le richieste "Do Not Track"
Le richieste  "Do Not Track" non sono supportate da www.rivoluzionedemocratica.it.
L'utente è invitato a consultare le Privacy Policy dei servizi terzi sopra elencati per scoprire quali supportano questo tipo di richieste.

Modifiche a questa Privacy Policy
Il titolare ha il diritto di modificare questo documento avvisando gli utenti su questa stessa pagina oppure, se previsto, tramite i contatti di cui è in possesso. L'utente è quindi invitato a consultare periodicamente questa pagina. Per conferma sull'effettiva modifica consultare la data di ultima modifica indicata in fondo alla pagina.
Il titolare si occuperà di raccogliere nuovamente il consenso degli utenti nel caso in cui le modifiche a questo documento riguardino trattamenti di dati per i quali è necessario il consenso.

Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o dati, o dati dell'utente)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc.

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Dati di utilizzo
Sono dati di utilizzo le informazioni che vengono raccolte in automatico durante la navigazione di www.rivoluzionedemocratica.it, sia da sito web stesso che dalle applicazioni di terzi incluse nel sito. Sono esempi di dati di utilizzo l'indirizzo IP e i dettagli del dispositivo e del browser (compresi la localizzazione geografica) che l'utente utilizza per navigare sul sito, le pagine visualizzate e la durata della permanenza dell'utente sulle singole pagine.

Utente
Il soggetto che fa uso del sito web www.rivoluzionedemocratica.it.
Coincide con l'interessato, salvo dove diversamente specificato.

Interessato
Interessato è la persona fisica al quale si riferiscono i dati personali. Quindi, se un trattamento riguarda, ad esempio, l'indirizzo, il codice fiscale, ecc. di Mario Rossi, questa persona è l'interessato (articolo 4, paragrafo 1, punto 1), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Responsabile del trattamento (o responsabile)
Responsabile è la persona fisica o giuridica al quale il titolare affida, anche all'esterno della sua struttura organizzativa, specifici e definiti compiti di gestione e controllo per suo conto del trattamento dei dati (articolo 4, paragrafo 1, punto 8), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue). Il Regolamento medesimo ha introdotto la possibilità che un responsabile possa, a sua volta e secondo determinate condizioni, designare un altro soggetto c.d. "sub-responsabile" (articolo 28, paragrafo 2).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento (o titolare)
Titolare è la persona fisica, l'autorità pubblica, l'impresa, l'ente pubblico o privato, l'associazione, ecc., che adotta le decisioni sugli scopi e sulle modalità del trattamento (articolo 4, paragrafo 1, punto 7), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

www.rivoluzionedemocratica.it (o sito web)  
Il sito web mediante il quale sono raccolti e trattati i dati personali degli utenti.

Servizio
Il servizio offerto dal sito web www.rivoluzionedemocratica.it come indicato nei relativi termini.

Comunità Europea (o UE)
Ogni riferimento relativo alla Comunità Europea si estende a tutti gli attuali stati membri dell'Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, salvo dove diversamente specificato.

Cookie
Dati conservati all'interno del dispositivo dell'utente.

Riferimenti legali
La presente informativa è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679. Questa informativa riguarda esclusivamente www.rivoluzionedemocratica.it, dove non diversamente specificato.

Informativa privacy aggiornata il 07/10/2022 12:44
torna indietro leggi Privacy Policy per www.rivoluzionedemocratica.it
 obbligatorio
generic image refresh

cookie